Sonore Theatre

Poema Visivo 1976

una performance di Domenico Mennillo

Locandina
 

lunGrabbe

Poema Visivo 1976
 

una performance di Domenico Mennillo
da un testo di Corrado D’Ottavi

ideazione, messa in scena e installazioni
Domenico Mennillo

musiche originali per batteria, nastro magnetico e organo Farfisa
Nino Bruno

abiti e oggetti

Rosaria Castiglione

fotografie di scena

Amedeo Benestante, Hermes Lacatena

documentazione video

Andrea De Cunzo

coordinamento generale

Peppe Morra, Teresa Carnevale, Raffaella Morra

collaborazioni

Cinzia Infantino, Francesca Blandino, Andrea Marino

produzione
Museo MADRE/Fondazione Donnaregina per le Arti Contemporanee

in collaborazione con
Fondazione Morra, Museo Nitsch

Napoli, Museo Nitsch, Sala Centrale, 12 dicembre 2014. 

Nell’ambito della mostra “La parola totale/La scrittura visuale” a cura di Peppe Morra.

poema visivo 1976 (6).jpg
poema visivo 1976 (3).jpg
poema visivo 1976 (4).jpg

NOTIZIA SU Poema Visivo 1976


Poema Visivo 1976 è una performance di Domenico Mennillo nata da un testo del 1976 del poeta genovese Corrado D’Ottavi, protagonista di una delle stagioni più intense e innovative dell’intero panorama artistico e poetico italiano della seconda metà del novecento che vide Genova fra le città più attive e dinamiche, legata spesso a Napoli da intense collaborazioni e scambi, in special modo sull’asse delle riviste sperimentali d’arte realizzate dai gruppi legati alle neoavanguardie, come il napoletano continuum di Luciano Caruso e Stelio Maria Martini e il genovese Ana Eccetera di Martino e Anna Oberto.
Il progetto performativo di Mennillo è legato alla terza tappa, dedicata a Genova e a Milano, della mostra retrospettiva sulla poesia visuale italiana e internazionale La Scrittura Visuale/La Parola Totale ideata da Peppe Morra, nell’ambito del Progetto XXI realizzato e prodotto dal MADRE/ Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee.

della Rêverie (Villa Pignatelli-Casa della Fotografia, 2014).

 

La performance Poema Visivo 1976 segue e si installa sul lavoro di ricerca e sperimentazione sui luoghi altri delle arti e del teatro realizzata da lunGrabbe negli ultimi quindici anni attorno al binomio teatro-architettura, lavoro che di recente ha visto la pubblicazione, presso le edizioni Morra, del volume-cofanetto di Domenico Mennillo  Alcune Architetture di Napoli 2003-2013. Il teatro di lunGrabbe nelle architetture napoletane, dedicato ai 10 anni di sperimentazione e ricerca attorno alle architetture napoletane “trasformate”  da lunGrabbe in performance, installazioni e poemi-concerto.Gli oggetti e gli abiti della performance sono realizzati da Rosaria Castiglione, artista che negli anni ha ideato tutti gli abiti di lunGrabbe e realizzato la maggior parte degli oggetti e delle installazioni ideati da Mennillo.

poema visivo 1976 (5).jpg
poema visivo 1976 (2).jpg

Foglio di Giostre e Film nella città

poema concerto in minore per pianoforte, voce e quarterto d'archi

da un poema in prosa di Domenico Mennillo e dalle musiche di Marco Di Palo

Letania per Carmelo Bene

lettura sonorizzata da un poema di Emilio Villa
per voce, canto, vibrafono e tamburi

su musiche di Marco Di Palo

OPUS INFECTUM

poema-concerto

Hypothesis for Expanded Super Theatre

una performance di Domenico Mennillo