Trilogia del Teatro d’Architetturada

La#Mont(e) Young

Composizione 3

 

da un poema di Domenico Mennillo

dai progetti di Lamont e La Monte Young

Locandina

 

lunGrabbe

La#Mont(e) Young

Composizione 3


da un poema di Domenico Mennillo
sui progetti di Lamont e La Monte Young

ideazione, poema, partiture e ricerca musicale Domenico Mennillo

LA MAISON DE REVE #1 (prima stanza)
un uomo Domenico Mennillo
una  donna Costanza Bombarda

RIONE VENEZIA con annesso stabilimento balneare #2 (seconda stanza)
un uomo Valerio Michelucci
una donna Alessia Lo Grasso

PALAZZO DI CRISTALLO #3 (terza stanza)
prima donna Sveva Scognamiglio
seconda donna Rosaria Castiglione
terza donna Paola Parracino

costumi e oggetti Rosaria Castiglione
installazioni in ferro Davide Mazzanti Bufera
fotografia Gianfranco Irlanda
luci Maurizio Vitelli
missaggio Antonio Lombardi

produzione lunGrabbe

con il contributo di Comune di Caiazzo e Coop. EVA onlus

Prima esecuzione: Caiazzo (Ce), Palazzo Mazziotti, 26 maggio 2001

(Dal saggio-brochure "Teatro dei Luoghi 2003 A.T." di Domenico Mennillo e Rosaria Castiglione)

 

La#Mont(e) Young Composizione 3

da un poema di Domenico Mennillo
sui progetti di Lamont e La Monte Young

 

LA#MONT(E)YOUNG Composizione 3

è uno spettacolo teatrale attorno alcuni progetti utopistici mai realizzati dell’architetto anglo-napoletano Lamont Young e di un progetto architettonico-musicale del musicista La Monte Young. Lo spettacolo si divide in tre progetti realizzati in tre stanze; ognuna di esse è la realizzazione (non statico-museale ma dinamico-teatrale ) di tre progetti specifici dei due Young, realizzazione di mondi che potevano essere e non sono stati.

LA MAISON DE RÊVE #1

(prima stanza)

Da un progetto del musicista americano La Monte Young, appartenuto al movimento d’avanguardia Fluxus degli anni ’60, quasi omo-nimo dell’architetto Lamont.

La Monte prevedeva di realizzare una casa in cui ci fosse musica per 24 ore

realizzable con spifferi di vento direzionati per l’intera abitazione.

In questa casa ci sono ora due persone, un uomo e una donna, forse fratelli, legati da un segreto comune esplicabile solamente per frammenti gestuali e musicali.

RIONE VENEZIA con annesso stabilimento balneare #2

(seconda stanza)

Ristrutturare il Rione Santa Lucia di Napoli come una piccola Venezia, potenziare Bagnoli con un’area turistico-balneare. Queste le intuizioni alla fine dell’ottocento dell’architetto anglo-napoletano Lamont Young.

Ora queste intuizioni, bollate dai burocrati dell’ottocento come irrealizzabili e utopistiche, prendono vita con un popolo che passa per caso per una spiaggia, per una stanza: un uomo dalla sua stanza verso il mare, una donna sulla sabbia a spostare colori.

Ma è tutto dentro, dentro ad una stanza, perché fuori passa un’altra spiaggia fatta di lamiere d’acciaio che nessuna bonifica potrà mai trasformare.

 

Passagen-Werk

 

di Domenico Mennillo

da Walter Benjamin e le serre per coltivazione della provincia napoletana

 

Per la Fondazione

di Un AnfiTeatro

 

percorso saggistico performativo in 3 movimenti

di Domenco Mennillo

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now